Corsi e consulenze per usare
LinkedIn efficacemente.

Corsi e consulenza per usare
LinkedIn® efficacemente

Quando pubblicare su LinkedIn

Qual è l’orario migliore per pubblicare su LinkedIn? Quali giorni della settimana performano meglio? E con che frequenza è opportuno produrre contenuti?

Se anche tu ti sei fatto almeno una di queste domande, sei nel posto giusto! In questo articolo, vediamo alcuni consigli e strategie che ti possono aiutare a capire quando è il momento giusto per pubblicare i tuoi post su LinkedIn.

Buona lettura!

Perché è importante capire quando pubblicare su LinkedIn

Come per tutti gli altri social, anche su LinkedIn esistono giorni e orari migliori per postare i propri contenuti.

LinkedIn, si sa, è una piattaforma professionale che ha l’obiettivo di collegare i professionisti di tutto il mondo per aumentare produttività e successo. La sua forza sta nella costruzione di relazioni di valore tra gli utenti, che condividono ogni giorni il loro sapere e la loro esperienza in modo gratuito, attraverso la pubblicazione di contenuti utili e interessanti per la propria community.

Ma qual è il momento migliore per pubblicare post su LinkedIn?

Prima di rispondere a questa domanda, è opportuno capire quando la propria target audience è collegata alla piattaforma. Perché il successo di un post, oltre che dalla qualità del contenuto in sé, dipende anche dal numero di visualizzazioni che ottiene: quanti più utenti sono collegati sulla piattaforma nel momento in cui si posta un contenuto, tanto maggiore sarà la visibilità dello stesso all’interno della tua rete. E tanto maggiore sarà visibile, più interazioni potrà avere, e questo spingerà l’algoritmo a mostrarlo ad ancora più persone.

Ecco perché pubblicare post su LinkedIn nei momenti e nei giorni di maggiore affluenza alla piattaforma, ti garantisce un pubblico più ampio.

Un altro tema da non sottovalutare è l’utenza e la frequenza di utilizzo: LinkedIn, essendo un social professionale, avrà abitudini di consumo differenti rispetto ad esempio a TikTok o Instagram, popolati da un target più giovane, con finalità di intrattenimento. Per capire chi sono gli utenti LinkedIn, rimandiamo a questo articolo.

Qui ci teniamo a dire che nonostante LinkedIn non abbia mai rilasciato ufficialmente indicazioni sull’affluenza delle propria audience, per sua natura viene visitato prevalentemente negli orari lavorativi piuttosto che alla sera tardi o nel weekend. Tuttavia, per ottenere le migliori performance è necessario conoscere prima di tutto le abitudini di consumo della propria audience, e poi fare dei test per capire quali sono i momenti migliori per pubblicare.

Conosci la tua audience su LinkedIn?

Il primo passo per capire quando pubblicare su LinkedIn è dare uno sguardo alla propria audience.

Se è vero che LinkedIn è un potente strumento che annulla le distanze e le barriere geografiche, è altrettanto vero che non può superare i limiti del fuso orario.

Quindi, se la tua audience è composta da un bacino prevalentemente italiano, allora puoi testare gli orari di pubblicazione più affini alle tue abitudini di fruizione della piattaforma perché la tua rete in teoria – se è composta da un bacino di utenti in target rispetto al tuo profilo –  si collegherà a LinkedIn più o meno negli orari in cui tu stesso accederai alla piattaforma.

Se invece la tua audience è composta in gran parte da utenti stranieri, allora è bene osservare quando i tuoi collegamenti sono attivi su LinkedIn e soprattutto pubblicare in momenti in cui la tua target audience può accedere alla piattaforma. Ad esempio, se lavori per una multinazionale e sulla tua pagina aziendale hai un grande bacino di follower che proviene dagli USA o dall’America Latina ti consigliamo di pubblicare su LinkedIn in un orario diverso da quello che faresti per un’audience totalmente italiana (optando per esempio per il primo pomeriggio), in modo da permettere alla tua rete di collegamenti poter visionare il post nel momento in cui probabilmente sono collegati alla piattaforma.

Studiare il target per capire quando pubblicare post su LinkedIn

Ma come si fa a studiare la propria target audience su LinkedIn?

Sicuramente è utile osservare come si muovono i tuoi collegamenti e follower su LinkedIn, monitorando i like e i commenti ai tuoi post (o a quelli della tua rete). Infatti, nel momento in cui un utente di 1° grado mette un like o fa un commento ad un contenuto che hai publicato su LinkedIn, dovresti ricevere in tempo reale una notifica. Porre attenzione alle notifiche diventa molto importante se vuoi ottenere informazioni sulla tua target audience, perché ti permette di capire quali sono i momenti preferiti dagli utenti della tua rete per interagire coi contenuti.

Un altro strumento indispensabile per monitorare performance e kpi raggiunti dal tuo profilo o dalla tua pagina aziendale sono i LinkedIn Analytics, dei parametri di valutazione che mostrano il numero di visitatori e follower, l’analisi degli aggiornamenti (post pubblicati) e i dati sulla concorrenza. Per capire cosa sono i LinkedIn Analytics e come fare ad usarli in modo efficace, leggi l’articolo LinkedIn Analytics: tutto ciò che devi sapere per analizzare le performance su LinkedIn.

Qui ci limitiamo a dire che in qualsiasi strategia di comunicazione è indispensabile partire dal target e dagli obiettivi prima ancora di focalizzarsi sul tipo di contenuto da pubblicare.

I giorni e gli orari migliori per pubblicare su LinkedIn

Fermo restando che non esistono giorni e orari di pubblicazione migliori in assoluto, perché – come abbiamo visto – le performance di pubblicazione dipendono dal tipo di contenuto che si va a condividere, dal target e dal mercato di riferimento, la nostra esperienza sul mercato italiano ci porta a dire che, in genere, si ottengono ottime performance dal martedì al venerdì nelle seguenti fasce orarie:

  • prima delle 9.00 del mattino
  • in pausa pranzo, tra le 12.00 e le 14.00
  • tra le 17.00 e le 18.00

Questa tabella pubblicata da SproutSocial mostra quali sono, nel fuso orario locale, i giorni e gli orari in cui i post ottengono più interazione.

Quando Pubblicare Su Linkedin Tabella

Se ci pensiamo bene, sono i classici orari di una giornata lavorativa in ufficio: la maggior parte di noi probabilmente aprirà LinkedIn prima di mettersi al lavoro, magari lo riaprirà o consulterà in pausa pranzo e/o prima di tornare a casa.

Ultimamente, sembra che si possano ottenere buoni risultati anche durante il weekend, soprattutto al sabato nella prima parte della mattina.

In ogni caso, il nostro consiglio è quello di sperimentare fasce orarie differenti e giorni della settimana diversi, in modo da cercare di andare a coprire tutta l’audience e valutare qual è effettivamente il momento davvero migliore per l’attività di ciascuno.

Infatti, come vediamo in quest’altra immagine estratta da un articolo di InfluencerMarketingHub, ricerche differenti ci danno punti di vista anche leggermente differenti. Ci spiace doverlo scrivere, ma non esiste un’unica verità quando si tratta di quando pubblicare su LinkedIn.

Miglior Orario Per Linkedin

Quanto pubblicare su LinkedIn

Veniamo al tasto più dolente per chi si occupa di comunicazione: quanto spesso pubblicare su LinkedIn.

Anche in questo caso, non ci può essere una risposta univoca perché molto dipende dalla tipologia di azienda, se si parla di pagine aziendali, dagli obiettivi che si vogliono raggiungere e da quanto si è disposti ad investire sul proprio personal brand, se si parla di profili personali.

Produrre contenuti di valore richiede tempo e l’attività su LinkedIn dovrebbe far parte di una strategia di comunicazione più ampia, che utilizza in modo integrato differenti canali che un brand o un professionista hanno a disposizione per amplificare la visibilità. Ad esempio, un professionista potrebbe comunicare un nuovo articolo del proprio blog personale, o un nuovo video su Youtube, attraverso la pubblicazione di un post su LinkedIn, così come un’azienda potrebbe lanciare un podcast o comunicare la partecipazione ad una fiera di settore postando un contenuto informativo sulla propria pagina LinkedIn.

Detto questo, abbiamo testato sulla nostra pelle (e poi applicato con successo con i nostri clienti), che pubblicare su LinkedIn 2 o 3 post a settimana è un ottimo modo per avere una buona visibilità, creare continuità e ottenere performance soddisfacenti.

Come si evince studiando l’algoritmo di LinkedIn, pubblicare su LinkedIn tutti i giorni non fa raggiungere performance migliori, anzi una pubblicazione troppo frequente diminuisce l’efficacia dei post. Così come pubblicare meno di 2 contenuti a settimana non sembra essere una strategia vincente né per le pagine aziendali né per i profili personali, perché si rischia di passare inosservati senza destare l’attenzione del proprio pubblico nel newsfeed.

Il piano editoriale: lo strumento migliore per definire cosa e quando pubblicare su LinkedIn

Una volta studiate le abitudini di fruizione della piattaforma da parte della tua target audience e aver definito quali sono i tuoi obiettivi di comunicazione su LinkedIn, puoi dedicarti all’elaborazione della strategia utilizzando quello che viene definito piano editoriale. 

Un piano editoriale è un documento che serve a pianificare la pubblicazione di contenuti, non solo sui social ma anche su altri canali di comunicazione. Rappresenta quindi uno strumento fondamentale per non lasciare nulla al caso o, addirittura, dimenticare la creazione e la pubblicazione di contenuti.

Se ti interessa sapere come fare per scrivere in modo efficace e pubblicare su LinkedIn, leggi questo articolo. Di solito, nel piano editoriale si indicano:

  • tipologia e categoria del contenuto (post educational, contenuto aziendale, prodotto/servizio, etc)
  • descrizione del contenuto
  • frequenza e giorno di pubblicazione
  • spunti, fonti, etc

Il piano editoriale ti permette di organizzare in modo strategico e strutturato i tuoi contenuti e ti aiuta a capire come alternare al meglio post auto-riferiti o dedicati ai tuoi prodotti/servizi a contenuti che riguardano tematiche più ampie o trend specifici del tuo mercato di riferimento. In questo modo, riuscirai a posizionarti agli occhi del pubblico come un esperto del tuo settore e non riuscirai con anticipo a definire chiaramente cosa e quando pubblicare su LinkedIn.

Ora tocca a te! Adesso che hai scoperto come fare a trovare gli orari e i giorni migliori per pubblicare su LinkedIn, non hai più scuse per rimandare. Prova, testa e sperimenta: vedrai che presto capirai qual è il momento migliore della giornata per intercettare la tua audience su LinkedIn e migliorare la visibilità dei tuoi contenuti.

Elena Loro
Elena Loro
Elena Loro è un account, project manager e social copywriter. Appassionata di marketing e comunicazione, coordina i progetti di formazione e consulenza, e scrive per la pagina LinkedIn e questo blog.

Articoli recenti

LinkedIn Sales Navigator: come funziona, quanto costa e perché usarlo

Sales Navigator è uno strumento creato da LinkedIn per sostenere lo sviluppo di contatti commerciali, attraverso filtri di ricerca avanzata e altre funzionalità esclusive. In...

Come usare le LinkedIn Ads per fare lead generation

Hai mai usato le LinkedIn Ads? Se la pubblicità su LinkedIn ti incuriosisce ma allo stesso modo ti spaventa, non ti preoccupare! E' un...

LinkedIn live: guida pratica per eventi streaming di successo

LinkedIn Live e dirette audio sono la nuova frontiera degli eventi digitali per i professionisti che usano LinkedIn come strumento di divulgazione della conoscenza...

Seguici

Post correlati

 Guide gratuite per
 gestire la presenza
 di un'azienda
 su LinkedIn®

 Crea e ottimizza la pagina,
 pubblica post coinvolgenti,
 aumenta i follower e crea
 campagne di advertising.

 
close-link